Lettera di una Maestra

 

Per una maestra che vive di abbracci, sorrisi, messaggini, disegni  e bigliettini, tutto questo silenzio è duro da reggere.

Non riesco ad abituarmi a questo lavoro di schede, computer, mail.

Vorrei tornare a sentirvi chiacchierare in dieci contemporaneamente, a sgridarvi quando vi vedo correre per i corridoi, ad alzare gli occhi al cielo per l’ennesima borraccia che allaga lo zaino, il banco, i quaderni e per le file che non sono file ma contratti a termine e ogni volta occorre rimettervi in ordine.

E le processioni alla cattedra? Vogliamo parlare delle processioni alla cattedra dopo che avete svolto i lavori e pretendete la correzione immediata?

E come in tutte le processioni si chiacchiera, si fa lo sgambetto, ma mai apposta per carità!, si scambiano le figurine, qualcuno scrive alla lavagna.

Vi rimando a posto, ma voi tornate  imperterriti.

La scuola è rimasta là.

Silenziosa.

Un silenzio così assordante che mi fa star male anche solo a pensarci.

Abbiamo lasciato lì dentro tante cose, che abbiamo condiviso insieme in questi mesi. Ci hanno insegnato tanto, ci hanno legato tanto.

Vi abbraccio forte.

In attesa che questo silenzio venga interrotto dal nostro rientro.

Maestra Lia

Altri articoli...

ISTITUTO COMPRENSIVO DUCA D'AOSTA

Via Carlo Capelli, 51 - 10146 Torino (TO)

Codice Fiscale: 97833110014

Codice Univoco: UFULD2

Telefono:  011724696

TOIC8BV00Q@ISTRUZIONE.IT

TOIC8BV00Q@PEC.ISTRUZIONE.IT

 

AREA RISERVATA

SITO WEB

URP

Siti Tematici

Privacy Policy

Cookies Policy

Note Legali

Link Utili

GDPR - PRIVACY

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok Rifiuta